La stampa scrive…

Il maso Strickerhof negli ultimi anni è stato spesso menzionato sulla stampa; da una parte gli articoli hanno trattato la filosofia calma, ma coerente e lungimirante di Karl Kasseroller, uno degli agricoltori Bioland dell’Alto Adige. D’altra parte sono stati tematizzati molto spesso degli highlights del suo lavoro, per esempio le varie premiazioni dei suoi vini o anche l’alta qualità dei suoli dello Strickerhof.

“I vini da viticoltura biologica accolgono la sfida

della concorrenza”

Fonte: “WIKU”, Wirtschaftskurier der “Dolomiten”, 24/12/2014 In un articolo sulle premiazioni internazionali di vini, il maso Strickerhof è stato menzionato insieme alla sua nuova premiazione con la medaglia d’oro per il il suo vino JPK Rosé.

“I nostri suoli sono sani”

Fonte: “wir”, Bezirkszeitung im Überetsch und Unterland, 7/2012 Il maso Strickerhof di Frangarto ha raggiunto il numero di gran lunga più alto di esseri viventi nel suolo, misurato nell’ambito di uno studio elaborato dall’Università di Innsbruck in merito alla qualità dei suoli. Il periodico circondariale „wir“ ha relazionato su tale studio.

“Un sistema vincente”

Fonte: “La cucina italiana”, 5/2013 Il magazzino su carta lucida “La Cucina Italiana” in un articolo che verte sui viticoltori e sui vigneti pregiati dell’Alto Adige, ha sottolineato, oltre alla qualità dei vini del maso Strickerhof, anche la qualità estremamente alta dei suoli dei suoi vigneti, misurata dall’Università di Innsbruck. Inoltre il magazzino menziona l’idea creativa di marketing del viticoltore Kasseroller, il quale ha instaurato delle cooperazioni di marketing con artisti rinomati.

“Gocce pregiate con PIWI”

Fonte: “Dolomiten”, 24/12/2014 Un altro articolo riferì sulla degustazione internazionale di vini PIWI tenutasi presso il centro di sperimentazione Laimburg e sulla premiazione del vino JPK Rosé del maso Strickerhof con una medaglia d’oro.

“I vini sudtirolesi in prima linea presso la

premiazione ‚Bioweinpreis‘”

Fonte: “Dolomiten”, 13/08/2018 In un articolo sulle premiazioni internazionali di vini di coltivazione biologica, sono stati menzionati il maso Strickerhof e la sua nuova premiazione con la medaglia d’oro conferita per il suo vino JPK Rosé.
Strickerhof DAL 1907
“L’uomo della continuità: Karl Kasseroller” Fonte (18.04.20):  https://biosuedtirol.com/bauern/der-kontinuierliche  Bio-Südtirol pubblica una presentazione di Karl Kasseroller e della storia del maso Strickerhof.  Per leggere l’articolo, copiate il link ed apritelo in un browser separato.

„Ethical Banking ha fatto l’ospite presso il maso

Strickerhof“

Fonte (18/04/2020): https://www.facebook.com/RaiffeisenEthicalBanking/videos/2873737 666078451/ Nella serie „An Tagen wie diesen…“ („In giorni come questi…“), Raiffeisen Ethical Banking ha condotto un colloquio informativo con il proprietario del maso Strickerhof; in tale colloquio Karl Kasseroller riferisce sulla storia del maso, sul cambio effettuato verso la coltivazione biologica e sulla filosofia di un viticoltore e frutticoltore Bioland. Per guardare il video, copiate il link e apritelo in un browser separato.

La stampa scrive…

Il maso Strickerhof negli ultimi anni è stato spesso menzionato sulla stampa; da una parte gli articoli hanno trattato la filosofia calma, ma coerente e lungimirante di Karl Kasseroller, uno degli agricoltori Bioland dell’Alto Adige. D’altra parte sono stati tematizzati molto spesso degli highlights del suo lavoro, per esempio le varie premiazioni dei suoi vini o anche l’alta qualità dei suoli dello Strickerhof.

“I vini da viticoltura biologica accolgono la

sfida della concorrenza”

Fonte: “WIKU”, Wirtschaftskurier der “Dolomiten”, 24/12/2014 In un articolo sulle premiazioni internazionali di vini, il maso Strickerhof è stato menzionato insieme alla sua nuova premiazione con la medaglia d’oro per il il suo vino JPK Rosé.

“I nostri suoli sono sani”

Fonte: “wir”, Bezirkszeitung im Überetsch und Unterland, 7/2012 Il maso Strickerhof di Frangarto ha raggiunto il numero di gran lunga più alto di esseri viventi nel suolo, misurato nell’ambito di uno studio elaborato dall’Università di Innsbruck in merito alla qualità dei suoli. Il periodico circondariale „wir“ ha relazionato su tale studio.

“Un sistema vincente”

Fonte: “La cucina italiana”, 5/2013 Il magazzino su carta lucida “La Cucina Italiana” in un articolo che verte sui viticoltori e sui vigneti pregiati dell’Alto Adige, ha sottolineato, oltre alla qualità dei vini del maso Strickerhof, anche la qualità estremamente alta dei suoli dei suoi vigneti, misurata dall’Università di Innsbruck. Inoltre il magazzino menziona l’idea creativa di marketing del viticoltore Kasseroller, il quale ha instaurato delle cooperazioni di marketing con artisti rinomati.

“Gocce pregiate con PIWI”

Fonte: “Dolomiten”, 24/12/2014 Un altro articolo riferì sulla degustazione internazionale di vini PIWI tenutasi presso il centro di sperimentazione Laimburg e sulla premiazione del vino JPK Rosé del maso Strickerhof con una medaglia d’oro.
Strickerhof dal 1907 “L’uomo della continuità: Karl Kasseroller” Fonte (18.04.20):  https://biosuedtirol.com/bauern/der-kontinuierliche  Bio-Südtirol pubblica una presentazione di Karl Kasseroller e della storia del maso Strickerhof.  Per leggere l’articolo, copiate il link ed apritelo in un browser separato.

„Ethical Banking ha fatto l’ospite presso il

maso Strickerhof“

Fonte (18/04/2020): https://www.facebook.com/RaiffeisenEthicalBanki ng/videos/2873737666078451/ Nella serie „An Tagen wie diesen…“ („In giorni come questi…“), Raiffeisen Ethical Banking ha condotto un colloquio informativo con il proprietario del maso Strickerhof; in tale colloquio Karl Kasseroller riferisce sulla storia del maso, sul cambio effettuato verso la coltivazione biologica e sulla filosofia di un viticoltore e frutticoltore Bioland. Per guardare il video, copiate il link e apritelo in un browser separato.